Archivi tag: dsa

Materiali didattici per allievi con disabilità intellettiva e Bisogni Educativi Speciali

La collega Anna Maria Arpinati ci invita a consultare i 5 volumi di Educazione Speciale scaricabili gratuitamente dal sito:

online.scuola.zanichelli.it/educazionespeciale

Il progetto “Educazione Speciale” prevede l’ideazione e la diffusione di materiali per l’educazione degli allievi con disabilità intellettiva presenti nelle scuole.

Gli autori, i collaboratori e i revisori dei materiali via via costruiti, appartengono al mondo della scuola e al mondo della neuropsichiatria infantile.

Le esercitazioni per gli allievi sono sempre proposte in forma molto concreta.

Ai docenti che avranno nelle loro classi allievi con disabilità intellettiva e cognitiva, viene chiesto di collaborare compilando il questionario online che trovate a questo indirizzo:

http://online.scuola.zanichelli.it/educazionespeciale/rispondi-agli-autori/

Un ausilio per la dislessia: il Tachistoscopio

La dislessia è un disturbo che consiste nella difficoltà a leggere velocemente e ad alta voce.

Viene classificata tra i Disturbi Specifici di Apprendimento ed è una disabilità di origine neurobiologica.

Come tutti i problemi legati all’apprendimento, è importante la diagnosi precoce al fine di evitare conseguenze di una certa gravità.

La Legge 8 ottobre 2010, nº 170 riconosce la dislessia, la disgrafia, la disortografia e la discalculia quali disturbi specifici di apprendimento, denominati “DSA“.

Il diritto allo studio degli alunni con DSA è garantito mediante molteplici iniziative promosse dal MIUR e attraverso la realizzazione di percorsi individualizzati nell’ambito scolastico.

Per realizzare un percorso individualizzato può essere efficace l’utilizzo di uno strumento chiamato Tachistoscopio (dal greco tachys=rapido e skopèo=vedo).

87102_ca_object_representations_media_236_original

image

Come potete intuire dalle immagini, questo strumento è stato ideato e prodotto per la prima volta nel lontano 1904, presso il laboratorio di psicologia sperimentale fondato da Wilhelm Wundt a Lipsia.

L’obiettivo di questa macchina era quello di esporre il soggetto dell’esperimento a una serie di stimoli visivi – nelle prime esperienze di Wundt si trattava di cifre, lettere o colori – per un breve lasso di tempo, registrandone le sensazioni e le reazioni manifestate durante e dopo il test.

Nel corso degli anni tale strumento è stato modificato e perfezionato ed oggi possiamo disporre sullo schermo del nostro computer o della nostra L.I.M., di un vero e proprio Tachistoscopio oltretutto gratuito.

Il programma “Lettura Rapida”, liberamente scaricabile e distribuibile, è stato realizzato dalla maestra Ivana Sacchi, il software propone per un tempo determinato una parola o frase che poi scompare e deve essere copiata da tastiera oppure letta (in questo caso si presuppone la presenza di un adulto che guidi l’attività).

Scaricate il pacchetto compattato e apritelo in una cartella a piacere del vostro computer, lanciate con un doppio clic il file LetturaRapida.exe

Prima di iniziare potete configurare la velocità, la scelta della sequenza di parole, il grado di difficoltà, il suono di rinforzo, il tipo di carattere tipografico e altre variabili.

imageimageimage
Infine, se volete approfondire e comprendere meglio i vari aspetti della dislessia e il suo trattamento con il tachistoscopio, vi consigliamo la visione di questo filmato di circa 4 minuti.

BES Bisogni Educativi Speciali, risorse online

L’espressione “Bisogni Educativi Speciali” (BES) è entrata nel vasto uso in Italia dopo l’emanazione della Direttiva ministeriale del 27 dicembre 2012 “Strumenti di intervento per alunni con Bisogni Educativi Speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica“.

La Casa Editrice Zanichelli offre uno spazio dedicato alla diffusione di materiali per l’educazione degli allievi che hanno appunto particolari esigenze educative.

In particolare segnaliamo due volumi, liberamente consultabili e scaricabili, curati da Anna Maria Arpinati, Daniele Tasso e Annio Posar rispettivamente docente di Matematica, di Italiano e ricercatore di Neuropsichiatria infantile.

image

Oltre ai volumi, nello spazio “Educazione Speciale” troverete altre risorse, liberamente scaricabili, dedicate alla DSA (Disturbi Specifici di Apprendimento).