Come filmare le proprie lezioni per inserirle nel blog

Un caro amico mi ha inviato questa richiesta, proprio oggi:

Ti scrivo anche per avere qualche dritta per postare lezioni tipo Khan Academy che tu stai tentando di riprodurre sul tuo Osmosi delle idee. Tu come fai? Tieni presente che non sono un gran appassionato di queste cose, e se quindi è una cosa complicata, meglio soprassedere.

Però quest’idea di poter in qualche modo riprodurre le proprie lezioni e metterle in rete “profuma” di possibili sviluppi futuri per la nostra professione e ciò mi stuzzica.

Ecco l’occasione per pubblicare la mia “ricetta” personale, quella che ho seguito per inserire gli ultimi tutorial. Sono convinto che non siano necessarie grandi competenze, ma solo un po’ del proprio tempo e un pizzico di passione per l’insegnamento.

Occorrente:

– Un blog sul quale pubblicare i propri filmati (io uso WordPress come software e uno spazio Linux su Aruba che mi costa circa 30 € all’anno);

– Una tavoletta grafica, la mia è questa Bamboo Fun della Wacom (questo è l’unico hardware richiesto…  computer a parte); 🙂

image

– Un software che visualizzi la scrittura della tavoletta, io ho scelto OneNote della Microsoft che fa parte del pacchetto Office;

– Un software per filmare quello che compare sullo schermo, il mio preferito è gratuito e si chiama Wink, oltre a registrare tutto consente l’inserimento di commenti visivi e audio;

– Salvare online il filmato, creato con Wink, nel proprio spazio Aruba;

– Incorporare il tutorial in un articolo del proprio blog.

Questo è tutto, non vi resta che provare!

3 pensieri su “Come filmare le proprie lezioni per inserirle nel blog

  1. Daniele Autore articolo

    ian, dimentichi di scrivere che My Screen Recorder è a pagamento. In questo nostro blog cerchiamo di utilizzare e segnalare software gratuiti.

  2. ian

    Un prodotto migliore è My Screen Recorder. E ‘uno dei migliori software di registrazione dello schermo. Registra il tuo schermo e l’audio dagli altoparlanti o la vostra voce dal microfono – o entrambi contemporaneamente. Le registrazioni sono chiare e sembrano grandi quando vengono riprodotti sul tuo sito o caricato su YouTube. Si registra direttamente in formato compresso standard che funziona con qualsiasi editor video o qualsiasi altro strumento, nessuna conversione necessaria. Inoltre, il video è molto più liscia occhiolino, e si arriva a registrare l’audio con esso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *