lug 24 2015

Immersione allo Scoglio del Diamante, Area Marina di Portofino

Tags:
Daniele @ 6:30

La scorsa domenica ho trascorso un’oretta a circa 20 metri di profondità, nelle acque dell’Area Marina Protetta di Portofino.

image

Tra i molti siti, abbiamo scelto lo Scoglio del Diamante (13).

image

Queste sono le immagini girate con la GoPro.





Articoli che ti possono interessare
  • Costruzioni geometriche spiegate in video
    spiraleLa casa editrice SEI arricchisce il suo catalogo multimediale con una serie di filmati che illustrano in modo molto semplice e chiaro alcune costruzioni geometriche. A questo indirizzo troviamo 26...leggi...
  • Scansiona un file sospetto con VirusTotal
    vtAvete ricevuto o scaricato un file che vi insospettisce? Vi hanno prestato una chiavetta USB ma avete timore di collegarla al vostro PC? Utilizzate il servizio VirusTotal che analizza e scansiona...leggi...
  • Fai il pieno di software gratuito
    fhSei in cerca di un software per gestire i tuoi DVD? Vuoi cambiare antiVirus? Oppure devi ritoccare le tue ultime fotografie? Visita il sito dell’ippopotamo FileHippo.com! (Ne avevamo già parlato...leggi...
  • Quaderno di lavoro per l’Invalsi
    imageLa casa editrice Lattes mette a disposizione tre quaderni di lavoro, uno per ogni classe delle medie, ricchi di mappe mentali: // < ![CDATA[ google_ad_client = "ca-pub-5512977131162511"; /*...leggi...
  • Guida la barca con le divisioni
    mathboatPer guidare la barca verso le bandierine l’unico modo è dare la risposta esatta alle divisioni contenute nelle 4 grandi frecce verdi. Se accumuli molti punti diventerai sicuramente un campione nel...leggi...

lug 22 2015

Un libro magico, racconti freschissimi per un’estate torrida

Tags:
Daniele @ 6:30

Un giorno Lucy e Susan, dopo la scuola, invitano a casa loro due amici, Sandro e Marco e di nascosto vanno tutti e quattro in soffitta, trovano un libro abbandonato che sembra lì da tanti anni, i ragazzi iniziano a leggere il libro e subito dopo entrano a far parte della storia. Quando i quattro giovani cadono nel libro, si trovano improvvisamente alla sera del 25 dicembre e si accorgono di non essere più nella loro città, ma di essere in Lapponia…….

Potrebbe capitare anche a voi di entrare dentro una delle storie che i bambini della Scuola “Anna Frank” di Parma ci raccontano in questo libro:

semplicemente

La collega Fiorenza Alfieri ha raccolto con passione la produzione letteraria dei suoi alunni.

Ne è nato un libro che incanta per la sua spontaneità. Troverete lettere, poesie e racconti di fantasia.

Abbiamo chiesto all’autrice di raccontarci com’è riuscita a realizzare questa sua idea:

Semplicemente bambini” Noi ce la caviamo così

Tutto ha avuto inizio con la lettura alla classe di “Nubi” di Maria Grazia Cosima Deledda, eravamo in quinta a.s. 2006-2007 (oggi quei miei ex alunni sono usciti dalla quinta superiore). Dopo la lettura e discussione ho proposto alla classe di scrivere un testo, appunto “Nuvole e fantasia”, cioè di dar vita alle nuvole in cielo usando la loro più assoluta fantasia e libertà. Sono da sempre stati i miei testi preferiti, scritti in maniera sublime per essere in una quinta e da qui l’idea di realizzare il nostro primo libro ricordo. Spinta dall’onda del Portfolio che all’epoca voleva raccordare insegnanti, alunni e genitori, ho chiesto ai bimbi di andare a scegliere i loro testi più amati, riaprire tutti i loro quaderni e scegliere i loro testi preferiti dalla prima alla quinta. Me li hanno portati fotocopiati in classe, io li ho scelti insieme a loro, organizzati e ricorretti, poi ho chiesto ai genitori un’importante collaborazione, cioè di batterli al computer. Voilà il nostro primo libro alla fine delle quinta era fatto, l’abbiamo stampato in A4 e ce lo siamo distribuito come ricordo.

L’anno seguente ho preso una prima e naturalmente mi sono perfezionata nel lavoro! (Ora questi alunni sono usciti dalla ex terza media) Sempre con le medesime modalità abbiamo realizzato un libro di prima e seconda, un secondo libro di terza e quarta e infine un terzo libro di quinta. Il livello di questo ciclo era altissimo, una classe speciale di 25 alunni.

Avevo da anni anch’io questi quattro libri ricordo con il desiderio di realizzare un vero libro!

A gennaio del 2013, tornata da un bellissimo viaggio in Messico e forse sotto l’influsso della magia messicana ho deciso di realizzare “Semplicemente bambini”.

Ho ripreso in mano l’immensità di materiale di dieci anni e via… scelto, tagliato, accorpato ecc. Insomma un gran lavoro di editing per realizzare un libro unico stabile ed utilizzabile ma cercando di lasciare intatti i contenuti e non volendo intaccare le voci autentiche dei bambini. Tutti i testi presenti nel libro sono stati scritti in classe dai miei ex alunni.

Poi il periodo di ricerca della Casa Editrice, piuttosto difficile, ma fortunatamente ho trovato Robin al Salone del Libro di Torino a Maggio del 2014, sono stati più veloci della luce perché il 13 novembre 2014 il libro era già nelle librerie e a febbraio 2015 già in formato e-book.

All’interno del libro, all’ultimo, ho inserito anche qualche testo dei miei attuali alunni, ho finito la terza e andremo in quarta, per non lasciarli esclusi, la motivazione a scrivere per loro e ad esserci è stata altissima!

La spinta principale a voler scrivere un libro è stata nel credere di avere dei testi talmente belli da non poter essere dimenticati!

Un altro motivo è nato dal mio percorso lavorativo perché sono entrata in ruolo a scuola nel 1999 ma non avevo mai fatto supplenze in una scuola, ero vincitrice di un vecchio concorso D.M. 1994. A quel tempo e negli anni precedenti lavoravo all’Azienda Barilla di Parma come moderatrice di Focus Group nella ricerca qualitativa per il marketing e la ricerca e sviluppo, poi avevo avuto precedentemente esperienze lavorative con enti di Formazione nel campo della comunicazione, ma mai la scuola!

Una sorpresa la lettera del Ministero e una mancanza assoluta di competenza… un libro come “Semplicemente bambini” mi sarebbe stato utilissimo, perché offre delle proposte concrete di lavoro in classe, proposte di programma didattico nella disciplina di italiano. Ci sono titoli di temi da proporre agli alunni, già realizzati da altri alunni, inoltre sono presenti quasi tutte le tipologie testuali dalla classe prima alla classe quinta: testo realistico, testo fantastico, d’avventura, paura, fantasy, testo storico, testo informativo, cronache, fiabe, favole, leggende, mito, testo poetico ecc. L’intero libro è sostenuto dal curricolo scolastico.

Dai banchi di scuola è nato “Semplicemente bambini” Noi ce la caviamo così.

Soprattutto per mamme e papà, per genitori che desiderano inoltrarsi sempre più nell’immenso e bizzarro mondo dei bambini.

Per tutti gli adulti che desiderano staccarsi per un attimo dal presente e tornare alla loro infanzia, al loro io bambino, recuperando quella freschezza di pensiero propria di quegli anni e magari scoprendo nuovi tesori dentro loro stessi.

“Semplicemente bambini” anche come proposta di lettura per bambini dai 9anni in poi e per ragazzi.

“Semplicemente bambini” come utile guida per tutti gli insegnanti, soprattutto per quelli con meno esperienza!

Penso sia utile anche agli alunni del Liceo di Scienze Umane e agli studenti della Facoltà di Scienze della Formazione Primaria, cioè per tutti coloro destinati ad arrivare a lavorare nelle scuole… “Semplicemente bambini” è una documentazione diretta della prima grande avventura scolastica di 42 alunni alla scuola primaria.

Questa è la storia!

Buona lettura!





Articoli che ti possono interessare

Pagina successiva »


Si prega di attivare i Javascript! / Please turn on Javascript!

Javaskripta ko calu karem! / Bitte schalten Sie Javascript!

S'il vous plaît activer Javascript! / Por favor, active Javascript!

Qing dakai JavaScript! / Qing dakai JavaScript!

Пожалуйста включите JavaScript! / Silakan aktifkan Javascript!