Misurata la velocità dell’evoluzione

Ricercatori del Max Planck Institute hanno misurato la velocità dei cambiamenti genetici.

Già Darwin aveva capito che alla base dell’evoluzione ci sono le mutazioni genetiche casuali, e che chi è più adatto all’ambiente ha più probabilità di trasmettere i propri geni.

Alcuni scienziati del Max Planck Institute for Developmental Biology a Tübingen hanno misurato direttamente e per la prima volta la velocità del processo di mutazione nelle piante.

Le loro scoperte gettano nuova luce sul processo dell’evoluzione e spiegano ad esempio perché gli erbicidi possono perdere la loro efficacia entro pochi anni.

Different mutants of Arabidopsis thaliana

Il gruppo di ricercatori ha analizzato i test genetici della Arabidopsis thaliana (crescione o senape ad orecchio).

L’obiettivo dei ricercatori era quello di ottenere una panoramica dell’evoluzione prima che la seleziona abbia scartato gli individui inadatti.

Fonte: Detlef Weigel, Stephan Ossowski, Korbinian Schneeberger, Warthmann Norman, Richard M. Clark, José Ignacio Lledó Lucas, Michael Lynch, Ruth G. Shaw – The rate and molecular spectrum of spontaneous mutations in Arabidopsis thaliana Il tasso e lo spettro molecolare di mutazioni spontanee in Arabidopsis thaliana – Science, 1. Scienza, 1 Januar 2010 Gennaio 2010


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *