Indagine O.C.S.E. – P.I.S.A.

Lo scorso 4 dicembre 2007 sono stati divulgati i risultati dell’indagine OCSE-PISA.

Purtroppo anche in questa tornata di indagini l’Italia non si è piazzata molto bene, 36° posto su un totale di 56 Nazioni! Scarica la tabella completa.

Il Programme for International Student Assessment (PISA) è un’indagine internazionale promossa dall’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) per accertare le competenze dei quindicenni scolarizzati nelle aree della lettura, della matematica e delle scienze.

Ogni ciclo dell’indagine approfondisce in particolare un’area: nel primo ciclo (PISA 2000) è stata la lettura, nel secondo (PISA 2003) è stata la matematica. In PISA 2006 l’area principale di indagine è costituita dalle scienze. In PISA 2009, l’area di indagine principale sarà nuovamente la lettura.

Gli obiettivi principali di PISA sono i seguenti:

• mettere a punto indicatori relativi al rendimento scolastico degli studenti quindicenni, in funzione della comparazione dei sistemi scolastici dei paesi membri dell’organizzazione;

• individuare le caratteristiche dei sistemi scolastici dei paesi che hanno ottenuto i risultati migliori, in termini di livello medio delle prestazioni e di dispersione dei punteggi, in modo da trarre indicazioni relative all’efficacia delle politiche scolastiche nazionali;

• fornire dati sui risultati dei sistemi di istruzione in modo regolare, in modo da consentire il loro monitoraggio e la costruzione di serie storiche di dati utilizzabili per orientare eventuali provvedimenti innovativi e di riforma.

Hanno partecipato a PISA 2006 cinquantasette paesi, tra i quali tutti i trenta paesi membri
dell’OCSE e ventisette paesi partner. La preparazione di PISA 2006 è iniziata nella seconda metà del 2003, il rapporto internazionale è stato reso pubblico il 4 dicembre 2007.

Paesi partecipanti a PISA 2006

clip_image002

Paesi OCSE

Australia, Austria, Belgio, Canada, Corea, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia, Lussemburgo, Messico, Norvegia, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Rep. Ceca, Rep. Slovacca, Spagna, Stati Uniti, Svezia, Svizzera, Turchia, Ungheria.

Paesi partner

Argentina, Azerbaijan, Brasile, Bulgaria, Cile, Colombia, Croazia, Estonia, Giordania, Hong Kong-Cina, Indonesia, Israele, Kyrghizistan, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Macao-Cina, Montenegro, Qatar, Romania, Russia, Serbia, Slovenia, Taiwan-Cina, Thailandia, Tunisia, Uruguay.

Invito colleghi e studenti ad analizzare con attenzione i quesiti utilizzati, anche per avere un’idea di quali competenze vengono valutate. Qui trovate le prove rilasciate.

5 pensieri su “Indagine O.C.S.E. – P.I.S.A.

  1. Daniele Autore articolo

    Benedetto, grazie per la segnalazione, non avevo mai sentito parlare di questa scuola estiva SPAIS.
    Magari potresti raccontarci qualcosa di più, se la conosci.
    Ciao, Daniele

  2. BR

    Sono un insegnante italiano. Dal 2006 ogni estate, c’è la scuola estiva SPAIS.
    Questa dovrebbe servire ad aggiornare i docenti di scienze ed a tantissime altre cose…
    Tentare una correlazione tra i risultati OCSE e la scuola estiva é imprudente o peggio?
    Le cose da mettere in discussione sono tantissime.
    Per quanto riguarda le risorse, meglio spenderle per rendere realmente più produttivo
    il lavoro dei docenti.
    Spenderle per “isole felici” (SPAIS)totalmente scostate dalla realtà italiana é un
    grave errore!
    Che significa? Non ha senso fare una scuola SPAIS quando i suoi contenuti NON saranno mai
    spendibili nella stragrande maggioranza delle scuole meridionali. Ciò a causa del bullismo,
    del disagio sociale ed altre emergenze del Sud dell’Italia.
    Le poche scuole del nord Italia sono davvero un’isola felice ma quelle del SUD…
    Meditiamo su queste cose…
    Un saluto ai docenti disillusi.

  3. JENNY PEÑA ANDIA

    POR FAVOR QUISIERA QUE ME MANDEN MAS INFORMACION A CERCA DEL PISA 2000 DONDE SE REALIZO LA ULTIMA EVALUACION DE LECTURA Y SOBRE EL PISA 2009 SOBRE LECTURA.GRACIAS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *